Se questa è una scuola

Se sei un genitore
CLICCA QUI
La “Lettera di apertura della procedura europea di infrazione 2019”
dice che la nostra scuola non funziona

Lettera di apertura della procedura europea di infrazione 2019

Cosa mi tocca leggere….

“la dimensione diacronica e sincronica degli avvenimenti storici” (immancabile, ovunque)
“assumere prospettive di analisi in chiave multiculturale ed interculturale nella prospettiva della coesione sociale”
“assumendo più propriamente la valenza di matrice valoriale trasversale che va coniugata con le discipline di studio, per evitare superficiali e improduttive aggregazioni di contenuti teorici e per sviluppare processi di interconnessione tra saperi disciplinari ed extradisciplinari.” (Linee guida EC)
“Faccio interagire questi temi lungo le attività che i docenti già devono in qualche maniera tematizzare” (M.B. MI)
“Il contenimento, che è com-prendere e che si realizza con l’abbraccio educativo, è quanto di cui ogni essere umano sente maggiormente la necessità. Soprattutto oggi, in cui l’abbraccio fisico è impedito. Per questo nel tempo attuale occorre proseguire l’impegno del mondo adulto che fa scuola e, in misura accresciuta di quello esterno alla scuola, a costruire con costanza e responsabilità, spazi di relazionalità paziente. Recuperando la virtù della prudenza, che non è lentezza, ma fare nel tempo dovuto. Donandosi quindi il tempo necessario per la riflessione critica e per l’elaborazione dei complessi e dolorosi momenti che viviamo. Questi stili educativi sono da preservare da parte di tutto il mondo adulto, per potere essere più e meglio attenti e dediti alla cura del vissuto, non poche volte sofferto, dei nostri studenti.”

“Riprendere a crescere insieme e recuperare spazi fondamentali di socialità ordinata”

“In questa sede ci si limita a risaltare la valenza inclusiva – non solo per i primi gradi di istruzione – dell’osservazione della natura, dell’apprendimento tramite l’esperienza diretta, dell’esercizio della coltivazione, dell’orienteering ….”
“La scuola ha necessità di modalità scolari innovative, di “sguardi plurimi”, di apporti differenziati.”
(S.V. MI)

Due risate ?

U.D.A. in satira

ATTRIBUITA AD ITALO CALVINO (ma comunque una veritiera sintesi)

Un paese che distrugge la sua scuola non lo fa solo per soldi, perchè mancano le risorse o i costi sono eccessivi.
Un paese che demolisce l’istruzione è governato da quelli che hanno solo da perdere dalla diffusione del sapere.

TOPOLINO NEL 1976